Notizie Giovani reporter con il progetto “Memorie del cuore della Basilicata”

Gli anziani dei paesi, depositari della memoria dei luoghi. E’ il leit-motiv del progetto “Memorie del cuore della Basilicata”, l’iniziativa promossa da CuoreBasilicata che ha coinvolto gli studenti dell’Istituto di Istruzione superiore “G. Peano” di Marsico Nuovo e l’Istituto di Istruzione Superiore “Petruccelli – Parisi” di Moliterno. Il progetto che ha avuto un ottimo riscontro è stato rivolto ai ragazzi delle quarte classi ed ha interessato la ricostruzione della memoria del territorio attraverso i racconti  delle comunità locali del comprensorio della Val d’Agri.

I giovani studenti hanno realizzato diverse video interviste a nonni e nonne, familiari, amici, conoscenti, con l’obiettivo di poter restituire al territorio la sua memoria in un intreccio di storie, episodi, aneddoti nel conoscere il passato e confrontarlo col presente, in una realtà in cui il richiamo delle origini, della terra, delle tradizioni è fortemente sentito e si mescola con l’aspirazione all’innovazione e alla scoperta. Il periodo di riferimento individuato per le memorie da raccogliere è stato quello degli anni 50-60 del secolo scorso. In tanti hanno risposto con entusiasmo e così, anche durante le restrizioni dovute all’emergenza sanitaria, è stato possibile raccogliere – con l’aiuto della tecnologia – preziose testimonianze del passato.

Supportati dal team di CuoreBasilicata e dal regista Iacopo Patierno  hanno appreso le tecniche di intervista e le riprese di montaggio attraverso l’utilizzo dei device (computer, tablet, smartphone). I materiali raccolti ed elaborati saranno poi veicolati sia nel web sia ma anche attraverso la realizzazione di mostre e performance itineranti. Un progetto che potrà contribuire a diffondere la migliore conoscenza dell’area al di fuori dei suoi confini e a consolidare in forma attiva il senso di appartenenza di chi vive il territorio. “Ascoltare storie – ha commentato il professor Biagio Russo, tutor degli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore “Petruccelli – Parisi” di Moliterno –  sul passato, per loro che appartengono a un era completamente diversa, è stato un modo anche per avvicinarsi al racconto, alla narrazione. Sono incuriositi – ha evidenziato il professor Russo – dalle nuove tecnologie e dalla possibilità poi di utilizzare quello che si apprende anche per uso personale. I ragazzi sono sempre più presi da Tik tok, realizzano filmati e molti di loro aspirano a diventare youtuber . Quindi conoscere – prosegue il tutor –  un pochino le tecniche di ripresa: come si intervista una persona e cosa c’è dietro in fase di produzione e post produzione, è sicuramente qualcosa di positivo che li ha stimolati e coinvolti, per cui il giudizio è positivo”. “Il primo step ha riguardato – ha aggiunto il docente –  una serie di interviste su 6-7 campi di indagini, ma visto la notevole mole di lavoro, abbiamo poi selezionato due argomenti chiave che sono la “differenza di genere” e il “cibo”. Su questi due aspetti ci siamo concentrati e abbiamo realizzato altre interviste, selezionando immagini, musica di sottofondo e visionato insieme al regista Iacopo i materiali prodotti. Siamo all’ultima fase di selezione del materiale prodotto e di lavoro della sintesi”.

Giudizio positivo anche per il docente tutor del Liceo Scientifico “G. Peano” di Marsico Nuovo, il professor Mario Chiorazzo che ha evidenziato come “l’iniziativa è certamente positiva e i ragazzi sono interessati  e stanno rispondendo bene, anche perché è un progetto che li ha visti protagonisti”. “Hanno fatto delle lezioni teoriche su come realizzare – ha continuato il professor Chiorazzo –  le riprese e poi ogni ragazzo ha costruito delle interviste. L’altra fase è quella del montaggio e le scelte delle riprese e come realizzare questo mini documentario. Il prodotto finale sarà un mini documentario in stile storytelling sui vari paesi della Valle. Le uniche difficoltà – ha aggiunto il docente – sono state legate un po’ alla tempistica, per le riprese durante la seconda ondata Covid”.

In sintesi, progetto è stato un incontro trans-generazionale in cui i giovani studenti si sono arricchiti di esperienze e di informazioni e gli anziani con la saggezza ed  entusiasmo.

Intervista al regista Iacopo Patierno sul progetto “Memorie del cuore della Basilicata”

Riscontro positivo per il progetto “Memorie del cuore della Basilicata”, ne abbiamo parlato con il regista Iacopo Patierno che ha “guidato” gli studenti nella realizzazione di mini prodotti audiovisivi, in chiave narrativa.

Iacopo, come è nata l’idea del progetto?

L’idea è stata quella di narrare il territorio della Val d’Agri e il suo cambiamento negli ultimi 30-40 anni attraverso il racconto di anziani. Protagonisti i ragazzi in un confronto tra passato, presente e futuro.

Qual è stato il feedback degli studenti al progetto?

In totale sono stati coinvolti trenta studenti tra ragazzi e ragazze, diversi tra di loro, che hanno reagito con entusiasmo al progetto, in particolare, sull’utilizzo del cellulare sia per le immagine che per l’audio. E’ stato un laboratorio molto pratico e molto importante è stato anche il supporto dei tutor. Secondo me, una cosa fondamentale che hanno capito, è di non sottovalutare il semplice cellulare che hanno in mano, che oggi viene definito come un oggetto di svago. E ancora, un’altra cosa è che hanno appreso la pazienza di intervistare, l’ascolto dell’altro. Tutte le storie che hanno raccolto dalle interviste, le hanno trovate molto interessanti e hanno capito molte cose rispetto a come è cambiata la vita non solo nell’Alta Val d’agri.

Ci sono state criticità riscontrate da parte degli studenti?

Una volta che sono terminate le lezioni teoriche, i ragazzi si sono trovati di fronte all’operatività del lavoro nel muoversi da soli nell’effettuare riprese e interviste. Alcuni di loro non avevano familiari disponibili a farsi intervistare e quindi gli sono state proposte delle persone. Non bisogna dimenticare che sono due progetti che stiamo svolgendo in un periodo molto complicato che è quello del Covid e quindi anche le relazione tra le persone sono state limitate e ostacolate. Inoltre a rendere impegnativa e faticoso il dialogo, l’utilizzo della mascherina FFp2. Comunque il tutto è stato superato e le interviste realizzate sono più che positive, è questa è una grande soddisfazione. Ora, dal punto di vista pratico stiamo ultimando il montaggio dei due video .

Quale sarà il prodotto finale?

Saranno due video separati per i due Istituti di una durata massima di circa 10 minuti. In sintesi, dei mini documentari sulle interviste con delle immagini di copertura. Nello specifico il tema su Marsico Nuovo sarà la scuola del passato, presente e futuro, mentre per Moliterno il tema ha riguardato la parte relativa al cibo e alla differenza di genere. Sicuramente i prodotti saranno presentati all’interno delle due scuole e successivamente potranno essere veicolati attraverso varie forme, sia tramite l’uso di piattaforme o su canali come You Tube, Facebook, Instagram…anche indirizzarli verso la partecipazione a determinati festival, rassegne o mostre. Entro maggio dobbiamo terminare i video, quindi ci sono ancora altri due mesi di lavoro.

Per te, qual è stata la più grande soddisfazione ?

La soddisfazione è che tutti i ragazzi hanno appreso molto velocemente la funzionalità basica di questo lavoro, chi con più passione chi con meno, ma al 90%  hanno realizzato tutti delle ottime interviste e anche immagini di copertura. Il risultato è stato più che positivo, ciò significa che anche la nostra comunicazione ha funzionato.

Intervista a Pasquale Dicillo, tutorship del progetto 

“Un bellissimo lavoro di squadra che complessivamente vede  protagonisti i due Istituti della Valle, in primis i trenta studenti che nonostante le difficoltà che peraltro tutti noi stiamo vivendo da due anni a questa parte, stanno partecipando con entusiasmo all’iniziativa”. Valore fondamentale per Pasquale Di Cillo del team di CuoreBasilicata che “guida” gli studenti  dell’Istituto di Istruzione superiore “G. Peano” di Marsico Nuovo e l’Istituto di Istruzione Superiore “Petruccelli – Parisi” di Moliterno sul progetto “Memorie del cuore della Basilicata”, l’iniziativa promossa da CuoreBasilicata che ha coinvolto entrambe le scuole. 

Pasquale, quali sono gli aspetti principali che caratterizzano il progetto “Memorie del cuore della Basilicata”?

Lo scopo del progetto è finalizzato alla ricostruzione della memoria del territorio dell’Alta Val d’Agri attraverso i racconti orali delle persone anziane raccolte dai giovani studenti di entrambi gli istituti, attraverso interviste, riprese video e relativo montaggio delle testimonianze, così da poter restituire in un certo qual modo al territorio la sua memoria in un intreccio di episodi, storie, aneddoti che aiutino i giovani e non solo, a conoscere il passato ed avere la possibilità di poterlo confrontare con il presente. Il periodo di riferimento individuato per le memorie da raccogliere è stato quello degli anni 50-60 del secolo scorso. Le caratteristiche del progetto in se per se sono le stesse per i due Istituti con l’unica differenza per quel che riguarda i temi trattati, in questo caso si differenziano così da poter avere una ricostruzione più ampia della memoria storica.

Quali sono le fasi che descrivono il progetto?

L’attività tutt’ora in corso ha l’obiettivo peraltro per i giovani coinvolti, guidati dal team di Cuore Basilicata e seguiti da docenti tutor degli Istituti, di far apprendere agli studenti le tecniche di intervista, ripresa, montaggio attraverso l’utilizzo degli smartphone, computer e tablet, di cui ciascuno già dispone, senza dover ricorrere necessariamente all’uso di apparecchiature professionali che precluderebbero l’esperienza a molti di loro. Ciascun Istituto scolastico superiore, partner dell’iniziativa, ha avuto modo di selezionare un gruppo di circa 15 studenti, iscritti dal terzo anno in su, fortemente motivati alla realizzazione dell’attività. Nella fase preliminare del progetto non è stata richiesta alcuna competenza pregressa specifica, se non il comune utilizzo dei dispositivi mobili (smartphone, tablet, computer) per poter effettuare foto e video. La “crew” video degli studenti ha ricevuto una formazione di partenza di sei ore complessive distribuite nell’arco di tre giornate in presenza presso ciascun singolo Istituto, preceduta da un incontro di “allineamento” con i docenti tutor, a cui però sono seguiti degli incontri periodici in presenza e/o online. Successivamente gli studenti hanno effettuato soprattutto al di fuori dell’ambito scolastico la ricerca delle persone da intervistare e realizzato le interviste in base ad un piano di lavoro definito, dopo aver fissato le linee guida della sceneggiatura.

Qual è il prodotto finale?

Da poco sono terminate le riprese e con la formazione in presenza sono iniziate anche le operazioni di montaggio del video. Un bellissimo lavoro di squadra che complessivamente vede come protagonisti per i due Istituti della valle, in primis i trenta studenti che nonostante le difficoltà che peraltro tutti noi stiamo vivendo da due anni a questa parte, stanno partecipando con entusiasmo all’iniziativa, i due docenti tutor,  i due dirigenti scolastici ed in rappresentanza del progetto Cuore Basilicata, il regista Iacopo Patierno ed il sottoscritto.  Il materiale raccolto ed elaborato potrà essere veicolato sia attraverso il web sia anche attraverso la realizzazione di mostre e/o performance itineranti. Il progetto potrà contribuire a diffondere la migliore conoscenza dell’area al di fuori dei suoi confini ed a consolidare in forma attiva il senso di appartenenza di coloro che vivono il territorio. Il progetto si concluderà nel prossimo mese di maggio.

Share on social networks
https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2018/11/loghi-fondo-cuorebasilicata.png
Iscriviti alla Newsletter

Per rimanere informato sulle iniziative di CuoreBasilicata iscriviti alla newsletter

Patrocinio Comune di Calvello

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-calvello2.png

Patrocinio Città di Marsico Nuovo

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-marsico-nuovo3.png

Patrocinio Comune di Marsicovetere

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-marsicovetere2.png

Patrocinio Comune di Moliterno

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-moliterno2.png

Patrocinio Comune di Montemurro

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-montemurro2.png

Patrocinio Comune di Paterno

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-paterno2.png

Patrocinio Comune di Spinoso

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-spinoso2.png

Patrocinio Comune di Tramutola

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2021/11/stemma-comune-tramutola2.png

Patrocinio Comune di Grumento Nova

https://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2022/03/comune_grumento_nova.png

Seguici sui Social Networks

Seguici sui Social Networks

Close

Giovani reporter con il progetto “Memorie del cuore della Basilicata”

[contact-form-7 404 "Non trovato"]
[contact-form-7 404 "Non trovato"]
X