Ricette Scarcedda

scarcedda
Livello di difficoltà: MEDIO
Costo: MEDIO
Tipologia: TRADIZIONALE, RICETTA PASQUALE, RUSTICO
INGREDIENTI

Per l’impasto:

  • 500 g di farina
  • 6 uova intere più un tuorlo a parte
  • 6 cucchiai di strutto
  • Un pizzico di sale

Per il ripieno:

  • 2 uova sode
  • 1 soppressata locale
  • 500 g di toma fresca
  • 125 g di formaggio pecorino stagionato
  • 5 uova
PREPARAZIONE

Iniziate a preparare l’impasto setacciando la farina e disponendola a fontana. Nel centro della fontana ponete 6 uova intere e un tuorlo, aggiungendo un pizzico di sale e 6 cucchiai di strutto.
Lavorate l’impasto finché non diventa omogeneo.
Dividete in due parti non uguali il panetto, creando con il matterello due sfoglie, delle quali la più grande verrà utilizzata per la base.
Per quanto riguarda il ripieno, tagliate a cubetti la soppressata lucana, le uova sode e la toma. Infine, unite al composto il formaggio e le uova e mescolate il tutto.
A questo punto, ungete con lo strutto una teglia e adagiatevi la sfoglia più grande. Versatevi il ripieno e ricoprite con la sfoglia rimasta.
Con molta cura, fate aderire per bene i bordi delle sfoglie, dopodiché prendete il tuorlo d’uovo (precedentemente sbattuto) e usatelo per spennellare l’intera superficie della torta.
Per concludere, affinché la “cazzola” non si gonfi in cottura, bucherellate la sfoglia in più punti con i rebbi di una forchetta.
Cuocete la torta lucana in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti.
Una volta sfornata, fatela raffreddare leggermente e servitela a fette.

BUONA PASQUA A TUTTI!

N.B. Una variante prevede l’aggiunta del riso.

CURIOSITÀ

La “cazzola” o “scarcedda” a seconda del paese, è un tradizionale rustico pasquale, non solo lucano ma tipico anche di altre regioni meridionali come Puglia e Campania. Rappresenta un piatto ricco di gusto e dall’importante significato religioso: non a caso l’ingrediente centrale della ricetta è l’uovo, simbolo in molte civiltà antiche di rinascita e resurrezione.
Essendo un piatto sostanzioso, è tradizione consumarlo il giorno di Pasqua, poiché rappresenta la fine del digiuno previsto dalla Quaresima.

http://www.cuorebasilicata.it/wp-content/uploads/2018/11/loghi-fondo-cuorebasilicata.png
Iscriviti alla Newsletter

Per rimanere informato sulle iniziative di CuoreBasilicata iscriviti alla newsletter

Patrocinio Comune di Calvello

Stemma comune di Calvello

Patrocinio Comune di Marsico Nuovo

Stemma comune di Marsico Nuovo

Patrocinio Comune di Marsicovetere

Stemma comune di Marsicovetere

Patrocinio Comune di Moliterno

Stemma comune di Moliterno

Patrocinio Comune di Montemurro

Stemma comune di Montemurro

Patrocinio Comune di Paterno

Stemma comune di Paterno

Patrocinio Comune di Spinoso

Stemma comune di Spinoso

Patrocinio Comune di Tramutola

Stemma comune di Tramutola

Seguici sui Social Networks

Close

Scarcedda

[contact-form-7 404 "Not Found"]
[contact-form-7 404 "Not Found"]
X